Perchè Miss Big Bones

Perchè Miss Big Bones

Perché ho deciso di aprire Miss Big Bones, un negozio online di abbigliamento dalla taglia 46 in su?

Perché ero stufa di non trovare mai nei negozi abiti adatti a chi ha una fisicità diversa da quella contemplata dall'industria della moda, ma perché anche online ho riscontrato diverse difficoltà.

1)    Lo stile “zia Marisa”

Se è vero che esistono già negozi online che vendono anche abiti dalle taglie più grandi, è anche vero che in Italia lo stile proposto per noi curvy più o meno abbondanti è o serioso e adatto alla signora di una certa età, appunto stile “zia Marisa”, oppure è triste e scuro, con linee a sacco, modello “nascondiamo le oscenità”.

Come glielo spieghi agli stilisti di taglie forti che se ingrasso, non necessariamente divento più alta? Ma magari! Come glielo spieghi che non tutte le curvy hanno lo stesso tipo di curve?

All’estero la moda curvy invece è molto più gratificante, colorata, estroversa, ironica e anche sexy, perché no?

Anche comprare dall’estero però è difficile.

2)    La lingua straniera

Non tutti capiscono perfettamente l’inglese, soprattutto quello commerciale. Comprare in un sito straniero significa che devi necessariamente capire quello che c’è scritto, devi riuscire a capire la descrizione del capo che ti interessa, capire i termini per il pagamento e la spedizione, e capire come renderlo nel caso non dovesse starti bene. La lingua può scoraggiare anche una persona che riesce a capire l’inglese, c’è poco da fare.

3)    La numerazione delle taglie

Tanto per cominciare, le taglie hanno una numerazione diversa, a seconda del luogo dal quale si acquista. Ci sono, certo, le tabelle di conversione, ma spesso non sono in cm, bensì in pollici e quindi bisogna fare la conversione che non è immediata e ti da quel senso di disagio e di imprecisione che non giova all’acquisto. Quando acquisti online hai già mille dubbi su quello che stai acquistando, sulla sua qualità, sulla sua vestibilità, su come starà sul tuo fisico e con il tuo incarnato. L’’imprecisione nelle misurazioni rende tutto più complicato: sei una taglia 12 o una 14? nel dubbio prendo la 16? e se poi mi sta grande? Non so voi, ma a me questa cosa scoraggia tantissimo.

4)    La vestibilità

Un’altra cosa da non sottovalutare quando si acquista online è la vestibilità dei capi. In America magari io sarei considerata una magra, mentre in Cina sono sicuramente un grande Buddha. Quando indossi una taglia tedesca ti senti infinitamente gratificata perché ti sta molto abbondante, anche se in patria entri a stento in una 48, ma se provi ad indossare una taglia 50 made in Cina, allora scopri di avere all’improvviso un problema di peso. Insomma… anche se non dovremmo badare al numero sull’etichetta, ma valutare solo in base ai centimetri di girovita, giroseno e girofianchi, questa cosa ci frena tutte un po’.

5)    La spedizione

Infine c’è il problema della spedizione, che non sai mai quanto tempo il pacco impiegherà ad arrivare. Diciamo che mi innamoro di un costume, ma quello dovrebbe impiegare 15 giorni lavorativi, cioè tre settimane, per arrivare. E se poi fa ritardo? E se poi non mi sta bene e voglio restituirlo? Altre tre/quattro settimane per rimandarlo indietro? L’estate è finita, allora ciao, vado in un negozio qualsiasi e cerco di strizzarmi in un costume pensato per chi ha un fisico autoreggente.

Nel prossimo post scoprirai in che modo Miss Big Bones può risolvere tutti i problemi sopra elencati. 

Leave a Reply

All fields are required

Name:
E-mail: (Not Published)
Comment: